Why Surrogates Do What They Do

Why Surrogates Do What They Do

Si parla sempre piu’ spesso di maternita’ surrogate trovando decine di articoli su giornali e riviste che raccontano il percorso di coppie famose o di omosessuali che vogliono coronare il sogno di una famiglia facendosi aiutare da una portatrice.

Ma qual’e’ il punto di vista di queste portatrici e cosa spinge loro ad intraprendere questo percorso? Cerchiamo di capirlo.

Sembrerebbe che le donne che scelgono questo cammino non lo facciano solo come pure incubatrici di un figlio di estranei, ma che abbiamo come una “chiamata che arrivi da dentro” che le spinga ad entrare in azione.

Queste donne sono gia’ madri loro stesse e questo le spinge a voler aiutare chi non puo’ esserlo. Vogliono fare qualcosa di concreto.

L’essere madri le fanno donne consapevoli di quanta dedizione ci voglia per portare avanti una gravidanza in salute. Questa consapevolezza da loro la forza per prepararsi al meglio all’impianto prendendo con costanza e precisione le medicine necessarie, ma anche per mantenere la gravidanza al meglio nei trimestri successivi.

Per molte di loro diventare portatrice e’ l’opportunita’ di restituire il dono ricevuto, donando a loro volta la possibilita’ a chi non puo’ di diventare genitore. Un percorso assolutamente appagante, un’opportunita’ unica di “servizio full time di babysitter” fino alla nascita del bambino.

Spesso queste meravigliose donne dopo la prima volta lo vogliono fare ancora perche’ non c’e’ niente di piu’ appagante di vedere la gioia negli occhi dei genitori quando stringono per la prima volta il proprio bambino.

Molte di loro quando iniziano il proprio percorso di portatrici hanno gia’ in mente chi vogliono aiutare….una coppia che ha lottato con problemi di fertilita’ per anni, donne che sono diventate sterili a causa di una malattia o un cancro oppure per sostenere la comunita’ omosessuale.

Una portatrice puo’ essere molto specifica su chi vuole assistere. Per quelle orientate verso la comunita’ omosessuale vedono questo percorso come una grande opportunita’ di agire concretamente per aiutare chi non puo’ avere figli. Sostenendo la parita’ di opportunita’ anche in quei paesi dove i matrimoni e l’adozione da parte di coppie gay sono vietati.

Molte persone sono contrarie alla maternita’ surrogata e attestano che debba essere puramente volontaria e non retribuita. Sicuramente tutti hanno diritto alla propria opinione, ma noi crediamo che una donna che diventa portatrice debba essere generosamente ricompensata, una gravidanza e’ un lavoro a tempo pieno e di grande responsabilita’!!

Vi invitiamo a visitare il nostro sito e a contattare il nostro esperto di lingua italiana al seguente indirizzo email italianconsultant@extraconceptions.com